You are here
Home > Concerti ed eventi > “Palermo è Rosalia”, il festino per i palermitani e dei palermitani

“Palermo è Rosalia”, il festino per i palermitani e dei palermitani

Stamane, in Curia si è presentato il programma della 392° edizione del Festino di Santa Rosalia. Alla conferenza stampa erano presenti Mons. Corrado Lorefice, il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’Assessore alle Attività culturali del Comune di Palermo Andrea Cusumano e il direttore artistico del Festino Lollo Franco.

Jpeg
(Lollo Franco, Mons. Corrado Lorefice, il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando)

Mai come quest’anno, l’edizione del Festino di Santa Rosalia (organizzata da Agave Spettacoli di Andrea Randazzo) segna un forte legame fra la comunità religiosa e la città delle culture. Una festa per i palermitani e dei palermitani – specifica Lollo Franco – che crea un collegamento tra passato e futuro, tra la tradizione e l’innovazione. Fedele al tema indicato dall’amministrazione comunale – Il centenario di Giuseppe Pitré e l’itinerario arabo-normanno Patrimonio Unesco dell’umanità – il 392° Festino, sarà caratterizzato da un significativo richiamo alla tradizione popolare. Dallo spettacolo al piano di Palazzo dei Normanni ai diversi quadri del corteo. Dal carro a tutti gli spettacoli a corollario che, dal 10 al 13 luglio, animeranno il centro storico e il percorso arabo-normanno. Un equilibrio tra passato e futuro che segna la continuità attraverso la scelta degli attori, coreografie sospese, danzatori acrobati, delle macchine sceniche aeree, mapping, fino alla novità (sorpresa che scopriremo il 14 luglio) dello svelamento della statua.

Uno spettacolo tra terra e cielo aprirà il Festino di Santa Rosalia. Vedremo in scena: Lando Buzzanca (voce narrante), Lorena Cacciatore (Rosalia), Nicola Franco (diarista e saponaio Vincenzo Bonello). Il tutto accompagnato dalle musiche composte da Ruggero Mascellino e Marco Betta, e dalle coreografie di Alessandro Cascioli. La suggestiva scenografia di Palazzo dei Normanni sarà la “tela” per i giochi di luce e quadri di visual art. Un percorso storico che si svilupperà tra aria e terra, con l’ausilio di una gru di 80m. “Tutti devono vedere la Santa che farà l’inchino ad altre Sante, soprattutto i giovani che dovranno partecipare e osservare lo spettacolo con il naso in su”, aggiunge Lollo Franco.

Al termine dello spettacolo, partirà il corteo che si fermerà alla Cattedrale, Quattro Canti, Piazza Marina, Porta Felice e poi, al Foro italico, i tradizionali giochi d’artificio chiuderanno il Festino (45min di spettacolo pirotecnico, accompagnato da 30min di musiche provenienti dal repertorio di Beethoven e Puccini).

 

Jpeg
Progetto e realizzazione di Rudy Laurinavicius con l’architetto Salvatore Lombardo

Fondamentale per la tradizione palermitana è il Carro di Santa Rosalia che rappresenta lo specchio della città, nella sua bellezza e nelle sue distorsioni. Il Carro trionfale con la statua della Santuzza interpreta l’idea di libertà e di purificazione. Inoltre, ospiterà alcuni rappresentati delle comunità di altre religioni, segno della trasversalità della religione che donerà agli individui il senso di comunità e condivisione.

Mons. Corrado Lorefice conclude “Palermo ruota attorno ad una donna bella e giovane. Rosalia incarna il concetto della bellezza che significa anche appropriazione della tradizione. Un senso di bellezza che Palermo non deve perdere”.

13227135_1118764434833346_9002129167409122914_n

Segui la diretta del Festino di Santa Rosalia su Radio Action 101.2. Radio ufficiale dell’evento che trasmetterà in diretta streaming le prove generali (13 luglio) e lo spettacolo del 14 luglio. Ascoltaci su FM 101.2, in streaming nel nostro sito o scarica la nostra App.

Lascia un commento

Top